Osteopatia per donne in gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna subisce molte trasformazioni. La colonna vertebrale si inarca di più, il sacro cambia posizione, i legamenti del bacino e i muscoli del perineo vengono messi in tensione, gli organi vengono repressi dal bambino che prende sempre più posto … L’insieme di queste modifiche fisiche richiede una buona mobilità delle strutture ossee, muscolari e dei legamenti del bacino e della schiena, ma anche degli organi digestivi, genitali e del diaframma. La presenza di disfunzioni o « blocchi » all’interno di questo sistema lombo-pelvico può portare a « blocchi » o dolore che disturba la gravidanza e può complicare il parto.

Infatti, mentre la gravidanza avanza, l’utero sale sempre di più nella cavità addominale, che eserciterà una pressione sugli organi dell’addome e del bacino, causando una separazione delle costole e un allargamento. bacino che causerà dolore intercostale, reflusso acido, respiro corto e tensione alla schiena. L’aumento delle dimensioni dello stomaco della madre si allungherà e indebolirà i muscoli addominali, il che si tradurrà in un camber nella parte bassa della schiena che causa dolore, così come la sciatica. L’aumento di peso durante i 9 mesi di gravidanza tenderà ad appiattire gli archi, il che cambierà il modo di camminare e causerà dolore alle ginocchia, ai fianchi e al bacino e una sensazione gambe pesanti.

L’osteopatia per le donne in gravidanza è quindi perfettamente adattata, è una terapia manuale che non richiede farmaci. Il tuo osteopata utilizzerà tecniche delicate e appropriate per te e il tuo futuro bambino.

« La futura madre cambia durante la gravidanza, il suo corpo e la postura cambiano. Tutti questi cambiamenti possono influenzare l’avanzamento della gravidanza e del parto. « 

Per le donne in gravidanza, si consiglia di consultare ogni 2-3 mesi, per monitorare i costanti cambiamenti e adattamenti del corpo che possono causare dolore. Allo stesso modo, preparerà in modo ottimale il parto e ti consentirà di avere la gravidanza più soddisfacente possibile. Allo stesso modo, dopo il parto, si raccomanda di eseguire una valutazione postpartum per garantire l’integrità delle strutture lombo-pelviche che sono spesso disturbate dalla gravidanza e dal parto. Questa valutazione consente di preparare il bacino e il perineo per future sessioni di rieducazione pelvica. Ciò porterà a risultati migliori e spesso più veloci.

Ecco alcuni segni per vedere un osteopata durante la gravidanza

  • Prevenzione: follow-up della gravidanza durante i tre trimestri, preparazione del parto …
  • Mal di schiena: lombalgia, sciatica, cruralgia, mal di schiena e dolore al collo …
  • Dolore pelvico, tensione, sacralgia, coccigodinia …
  • Dolore addominale, costipazione, gonfiore, nausea e vomito, contratture del diaframma …
  • Dolori toracici e intercostali …
  • Ansia, affaticamento, oppressione, disturbi del sonno, depressione o depressione (baby blues) …
  • Mal di testa e alcune vertigini
  • Disturbi circolatori (flebite, gambe pesanti, ritenzione idrica, edema …)

Ecco alcuni segni che portano alla consultazione postpartum (postpartum):

  • Prevenzione: valutazione postpartum, preparazione alla rieducazione perineale …
  • Dolore lombare e pelvico (osso sacro, coccige e perineo), dorsale e cervicale …
  • Incontinenza urinaria funzionale e incontinenza anale
  • Dolore durante il sesso
  • Cesarean ed epidural (lavoro della cicatrice)
  • Baby blues, ansia, depressione, stanchezza …

L’ostopata agisce in aggiunta al ginecologo e all’ostetrico. L’osteopatia può essere raccomandata anche in caso di desiderio di gravidanza, a fronte di infertilità funzionale senza cause apparenti. Il medico garantirà la corretta mobilità del bacino e della colonna vertebrale nonché delle strutture organiche (utero, ovaie e tronco), vascolari e nervose necessarie e favorevoli alla fecondazione.