Osteopatia per neonati

Ogni gravidanza, ogni nascita e ogni crescita è unica. Tutti questi passaggi influenzeranno lo sviluppo del bambino. Il parto è uno dei primi traumi vissuti dal neonato, è il passaggio da un ambiente liquido e protettivo a un ambiente aereo molto meno rassicurante. Nell’utero di sua madre, il bambino è in armonia con lei. Reagisce agli elementi esterni, principalmente rumori ma anche allo stress materno. Nelle ultime settimane prima del parto, il feto ha pochissimo spazio, la testa è in contatto con il bacino della madre e può verificarsi il primo trauma.

Durante il parto il bambino è sottoposto a forti pressioni, a volte influenzando la mobilità delle ossa del cranio e della colonna vertebrale. Possono causare disturbi funzionali immediati o ritardati. 8 neonati su 10 hanno un problema alla testa alla nascita senza segni evidenti. Quindi, se il parto è troppo corto o troppo lungo, naturale o provocato, o assistito o meno da una pinza o da una ventosa, influenza la mobilità delle ossa del cranio che non sono ancora saldate tra loro (fontanelle). Ciò può portare a una pressione manifestata da alcuni disturbi funzionali nel bambino o in seguito.

« La nascita può essere il primo trauma della vita di un bambino. »

Ecco perché è consigliabile un check-up postnatale precoce (nei primi giorni o settimane). In effetti, più aspetti meno il cranio correggerà le sue asimmetrie e più il lavoro dell’osteopata sarà lungo e difficile.

Ecco un elenco di segni che potrebbero farti avere un osteopata per il tuo bambino:

  • Asimmetria della testa: testa piatta o plagiocefalia, fronte piatta o curva, protuberanza, occhio semichiuso, orecchio distaccato, edema, uso di una pinza o di una ventosa …
  • Rigurgito, vomito …
  • Consegna difficile: arricciatura del cordone, sede, taglio cesareo, passaggio difficile, prematurità
  • Disturbi digestivi: diarrea, costipazione, coliche, dimagrimento, pianto …
  • Torcicollo, difficoltà a girare la testa da un lato …
  • Agitazione, nervosismo, disturbi del sonno, pianto, rabbia, ansia …
  • Strabismo (convergere o divergere)
  • Disturbi da succhiare
  • Otite o rinite con ripetizione

La gestione del bambino da parte di un osteopata non sostituisce in ogni caso il monitoraggio medico da parte del suo pediatra o di un altro specialista di cui avrebbe bisogno. Le tecniche utilizzate sui neonati sono tecniche morbide e adattate.